Il Centro Diurno “Casa mia, Casa nostra” nel 2003 prende fisionomia definitiva e accoglie 20 bambini e ragazzi di scuola elementare e media dalla fine della scuola alla cena compresa. I ragazzi ogni pomeriggio hanno la possibilità di fare i compiti, di partecipare alle attività dell’oratorio e di vivere momenti di fraternità all’interno del Centro. Vengono seguiti dai volontari sotto la responsabilità di Suor Severina.
Il nome "Casa mia, casa nostra" sta ad indicare il fatto che ogni bambino/ragazzo deve sentire il centro come la propria casa, ovvero comportarsi responsabilmente come nella propria casa ma, allo stesso tempo, condividerla con gli altri abituandoli anche ad una fraterna e serena convivenza.